Arcipelago Gulag - Aleksandr Solzenicyn - copertina

Arcipelago Gulag

Aleksandr Solzenicyn

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: M. Olsùfieva
Editore: Mondadori
Edizione: 2
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 1440 p., Brossura
  • EAN: 9788804629139
Salvato in 111 liste dei desideri

€ 27,30

€ 28,70
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

Solo una copia disponibile

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La sconvolgente descrizione della vita nei campi di concentramento sovietici attraverso un fitto intreccio di esperienze dirette, memorie e ricostruzioni, basato sulle testimonianze di ex abitanti delle "isole" del Gulag. Un implacabile atto d'accusa contro la teorizzazione e la pratica del terrorismo di massa nell'URSS.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    De Rubempre'

    30/06/2014 21:54:26

    Tomo considervole e per questo poco pratico rispetto alla precedente edizione in tre volumi. Consigliato a coloro che hanno interesse a scoprire il mondo poco conosciuto, almeno in Occidente, del sistema repressivo sovietico. Libro che non lascia indifferenti e che impone il lettore ad una profonda meditazione sulla politica e sull'animo umano.

  • User Icon

    Alessio

    21/06/2014 12:08:45

    Ho appena girato l'ultima pagina di "Arcipelago Gulag" e già sono assalito dai pensieri: pensieri di morte, di sofferenza, di ingiustizia, di barbarie... Quest'opera mi ha toccato profondamente e ne consiglio la lettura a tutti: una lettura difficile, pesante e, in alcuni casi, insostenibile per la durezza dei fatti raccontati ma assolutamente fondamentale. E' importante capire che il male permea QUALSIASI ideologia quando viene portata agli estremi. Un'opera per non dimenticare, per capire... e per vivere. Grazie Solzenicyn e grazie a tutti quegli autori (Levi, Salamov ecc.. ecc..) che hanno trovato il coraggio, la forza, la determinazione e il senso civico e morale di raccontare nei propri scritti le loro sofferenze e quelle di milioni di altre persone, vittime innocenti della follia umana.

  • Aleksandr Solzenicyn Cover

    Nasce da una famiglia discretamente agiata. Il padre muore pochi mesi prima della sua nascita in un incidente di caccia.La madre si trasferisce col piccolo a Rostov-sul-Don. Nel 1924, a causa degli espropri ordinati dal regime, i due si trovano a vivere in condizioni di grande indigenza. Aleksàndr riesce però a perseverare negli studi, fino al conseguiemento di una laurea in matematica nel 1941. È in quello stesso anno che si arruola come volontario nell'Armata Rossa e viene inviato sul fronte occidentale. Riceve un'onorificenza.Nel febbraio del 1945, però, a causa dell'intercettazione di una sua lettera in cui critica duramente l'operato di Stalin, viene arrestato.Trasferito nella prigione moscovita della Lubjanka, verrà condannato a otto anni di campo di... Approfondisci
Note legali