Confessioni di un ribelle irlandese

Brendan Behan

Traduttore: E. Terrinoni
Editore: Giano
Collana: Filorosso
Anno edizione: 2003
In commercio dal: 12 settembre 2003
Pagine: 397 p., Brossura
  • EAN: 9788874200214
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Drammaturgo di successo, scandaloso protagonista delle cronache letterarie, militante dell'Ira, leggendario bevitore e famoso cantastorie, Brendan Behan possedeva secondo Flann O'Brien "il cuore più grande che abbia battuto in Irlanda negli ultimi quarant'anni". Queste sue "Confessioni" costituiscono una picaresca autobiografia, infarcita di ogni sorta di digressioni, aneddoti, spacconate e rocambolesche avventure, il tutto innaffiato dall'immancabile "pinta di scura" e condito di ballate popolari e canzoni patriottiche.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Estelgard

    21/09/2008 17:46:47

    Libro interessante e spiazzante, sia per i temi raccontati che per lo stile col quale è scritto. Le memorie di Behan sono state registrate su nastro magnetico e poi riportate su carta, dunque il racconto appare come una sorta di flusso di memoria libero da impianti cronologici, tanto che in alcuni casi si perde la cognizione del periodo che l'autore rimembra. Del resto l'intento di Behan è quello di raccontarsi apertamente, mettendo in luce il suo animo gioviale e scanzonato, sottolineando a più riprese l'odio per le forze dell'ordine e l'amore per l'alcool, che lo ha stroncato a 41 anni. Il risultato è un'autobiografia atipica, che ci mostra pochi eventi della vita del protagonista, ma illumina chiaramente gli aspetti eclatanti della sua personalità. Il voto è medio perchè alla lunga le avventure di Behan possono risultare ripetitive e un pò confuse, e in un romanzo di quasi 400 pagine ci sono punti nei quali ci si può perdere per strada.

  • User Icon

    Monique

    29/08/2005 12:09:31

    Un libro da non perdere!! E' ben scritto (e tradotto), esilarante ed incredibile: una biografia che va al di là di ogni immaginazione. Titolo assolutamente intivato: Behan è stato proprio un simpatico e burlone ribelle !!

Scrivi una recensione